Main Page Sitemap

Scontro di civiltà


scontro di civiltà

Baricco inquadra I barbari come saggio e dà conto della scelta di scriverlo sulle pagine del giornale, in forma di articoli sparsi tra le "frattaglie di mondo" delle notizie che"dianamente passano. Il 27 agosto pi di 200.000 studenti scesero in piazza e si accamparono nel. La gran parte del terreno percorribile è comunque costituito da gesti appartenuti a consuetudini dell'umanità che provengono dal passato, e che dalla mutazione si ritrovano modificati e trasformati anch'essi in sistemi passanti. Il presidente di allora, Gustavo Daz Ordaz, settimane prima del massacro ordin all'esercito di occupare il Campus dell'. Non proteggeva la civilt?: la definiva» Per Baricco, tuttavia non c'? mutazione che non sia governabile, e "abbandonare il paradigma dello scontro di civilt? e accettare l'idea di una mutazione in atto non significa che si debba prendere quel che accade. Ci ho pensato tanto. Lungi dall'agonizzare, quei gesti addirittura si moltiplicano ma, nel loro rigenerarsi, "sembrano smarrire il tratto pi profondo che avevano, la ricchezza a cui erano in passato arrivati, forse perfino la loro pi intima ragione d'essere". 2 Il contenuto del saggio? introdotto dall'illustrazione di quattro epigrafi alle quali Baricco d? il valore di omaggio a un rituale di apertura insito nella tradizione del libro e la funzione di delimitare i bordi del campo entro. Zcalo, per poi venir dispersi il giorno successivo dall'esercito messicano. Cosa si dice a uno che per sua stessa ammissione non ha l'anima? La Grande Muraglia, secondo Baricco, era stata concepita non tanto per difendere dagli invasori, ma per costituire un confine della civiltà, per delimitarla: «non difendeva dai barbari: li come scrivere un buono sconto inventava.

Ma lui era niente in confronto a quello che sarebbe venuto dopo. In quest'ottica, i barbari "hanno paura di pensare serio, di pensare profondo, di pensare il sacro: la memoria analfabeta di una sofferenza patita senza eroismi deve crepitare, da qualche parte, in loro per cui rifuggono dalla forza dell'anima. Indice, l'idea sulla quale Baricco costruisce. Inizio e Epigrafi modifica modifica wikitesto Le prime puntate de I barbari sono dedicate alla presentazione del lavoro nella forma e nei contenuti. I documenti rivelano che: in risposta alle preoccupazioni del governo messicano per la sicurezza dei Giochi olimpici, prima e durante la crisi il Pentagono invi in Messico alcuni istruttori di lotta antisovversiva, armi, munizioni e materiale per il controllo della. In un paesaggio del genere, il gesto di conoscere diventa il surfing veloce che ricompone di volta in volta le traiettorie sparse delle idee, o dei fatti o delle persone.

Il passo successivo che Baricco compie è l'ampliamento della focale da quello che in Google è un movimento che insegue il sapere, a quello che nel mondo reale diventa il movimento che cerca l'esperienza. Nel contempo si compone una sorta di mappa della differente dislocazione del senso che i barbari cercano laddove le cose entrano in sequenza con altre anzich? nel luogo della loro origine, nel movimento anzich? nella sua meta, nella differenza anzich? 29 anni dopo il massacro, nell'ottobre 1997, il congresso messicano form un comitato per investigare sul massacro di Tlatelolco. La prima risposta riguarda il rapporto tra piacere e fatica. Le proteste degli studenti non diminuirono. Cervelli che, per educazione e abitudine, non riescono a pensare a qualcosa d'altro che i vestiti, la moda, il gossip, la lettura di romanzi e la dissipazione morale, fanno fatica a provare i piaceri, pi elaborati e meno febbrili, della scienza e dell'arte.


Sitemap